Sportello OnLine

Username:
Password:
Hai perso la password ?
REGISTRATI ORA GAS LUCE

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. Per maggiori info >

Ok
Ti trovi in:

Contratti

Contratti

Contratti Luce

La fornitura è effettuata alle condizioni evidenziate nelle condizioni generali del contratto e nelle condizioni particolari,
che si attengono alle disposizioni emanate dall’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas (AEEG) in materia tariffaria di servizio

Al momento della sottoscrizione, il cliente riceve sempre una copia del contratto.

Condizioni Generali di Contratto

Proposta di Contratto


IL CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA.

Dal 1° luglio 2004 tutti i clienti non domestici e dal 1° luglio 2007 tutti i clienti del servizio elettrico divengono liberi, potendo così scegliere il venditore di energia elettrica e il contratto di fornitura che meglio risponda alle proprie esigenze.
Il cliente che è diventato idoneo può scegliere di abbandonare il suo vecchio fornitore, può uscire dal mercato vincolato ed entrare nel mercato libero. Mentre nel mercato vincolato le condizioni contrattuali ed economiche sono regolate dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas, nel mercato libero vengono negoziate tra il cliente e il nuovo fornitore. Non cambiano invece le caratteristiche tecniche e di qualità del servizio erogato, perché il distributore (cioè il soggetto che trasporta l’energia elettrica sulle proprie reti) rimane lo stesso.
Il cliente che stipula un contratto sul mercato libero deve inoltre stipulare il contratto di trasmissione e distribuzione (con il distributore) e il contratto di dispacciamento (con Terna S.p.A.), ma a tal fine può incaricare il suo nuovo fornitore, dandogli apposito mandato.
Per garantire che i clienti dispongano degli elementi necessari per poter scegliere l’offerta più conveniente sulla base di informazioni chiare, attendibili e confrontabili, l’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha emanato, con deliberazione 30 maggio 2006 n. 105/06 un codice di condotta commerciale che impone a tutte le imprese di vendita dell’energia elettrica precise regole di comportamento.



1. Trasparenza delle proposte contrattuali
Chiunque entri in contatto con un Cliente per proporgli un nuovo contratto deve sempre:

  • identificarsi, specificare la società di vendita per cui opera e fornire i recapiti attraverso i quali può essere contattata;
  • offrire sempre al Cliente la possibilità di sottoscrivere un contratto alle condizioni e al prezzo di riferimento stabilito dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas;
  • fornire al cliente informazioni dettagliate sul contratto proposto;
  • specificare i tempi necessari e gli eventuali costi da sostenere per l’avvio del servizio;
  • indicare le condizioni che limitano la possibilità di aderire all’offerta contrattuale proposta.
Se il Cliente viene contattato per telefono, il venditore deve indicare come ottenere le informazioni in forma scritta.



2. Il contratto
Il contratto deve indicare l’identità e l’indirizzo della società di vendita e deve contenere almeno le seguenti clausole:

  • tutte le prestazioni che saranno fornite al Cliente;
  • la data di avvio del servizio e la durata del contratto;
  • il prezzo del servizio e le sue possibili variazioni nel tempo;
  • le eventuali garanzie che il Cliente deve fornire alla società di vendita per ottenere il servizio (ad esempio, un deposito cauzionale);
  • tutti gli oneri e le spese a carico del Cliente;
  • come e quando saranno misurati i consumi;
  • quando saranno emesse le bollette, quando e in che modo il Cliente dovrà pagarle;
  • le conseguenze per il Cliente che non paga le bollette entro la scadenza prestabilita;
  • i casi in cui la società di vendita deve versare al Cliente un indennizzo automatico;
  • come fare per ottenere informazioni, presentare un reclamo o risolvere una controversia con la società di vendita.


3. Documentazione e diritto di ripensamento
Qualora il contratto di fornitura sia stato concluso dal cliente finale domestico in luogo diverso dai locali commerciali dell’esercente la vendita o a distanza, il Cliente può recedere dal contratto senza oneri e senza dover fornire alcuna motivazione entro 14 giorni decorrenti dalla data di conclusione del contratto, secondo quanto previsto dal vigente Codice del Consumo, fatto salvo quanto specificamente previsto dagli articoli 52 e 53 dello stesso Codice. In caso di proposta contrattuale da parte del Cliente, il diritto di ripensamento potrà essere esercitato entro 14 giorni dalla consegna della proposta contrattuale sottoscritta.


4. Riepilogo
Prima di aderire ad un nuovo contratto di fornitura di energia elettrica, verificare quindi che chi le ha proposto il contratto:
  • abbia indicato il nome e un recapito della società di vendita dell’energia elettrica;
  • abbia offerto la possibilità di stipulare un contratto alle condizioni di riferimento definite dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas;
  • abbia fornito informazioni chiare su:il prezzo del servizio e le sue possibili variazioni nel tempo
    • le altre spese a carico del Cliente previste dal contratto
    • la durata del contratto
    • come e quando saranno misurati i consumi
    • con quali scadenze dovrà essere pagato il servizio
    • i tempi per l’avvio del servizio
  • abbia consegnato una copia scritta del contratto;
  • abbia previsto nel contratto tutte le clausole fondamentali indicate dall’Autorità e riassunte al punto 2 della presente nota informativa..

5. Recesso dall'attuale fornitore

Conformemente alle disposizioni dell’Autorità, il recesso contrattuale dal fornitore in essere viene notificato dal nuovo fornitore entrante su mandato del cliente.

Non è quindi necessario da parte del cliente nessun adempimento in tal senso.

6. Ritardi nei pagamenti

Nel caso di ritardi nei pagamenti delle bollette, potranno essere applicati i seguenti corrispettivi:

Corrispettivo per gestione oneri di sollecito: € 10,00

Corrispettivo per gestione oneri di preavviso di sospensione della fornitura per morosità: € 15,00


7. Disdetta per cessazione fornitura

Per far cessare l'erogazione di gas all'utenza (ad esempio in caso di trasloco), è necessario disdire anche il rapporto contrattuale con Bluenergy.
 
Chiama il nostro Servizio Clienti al nr. verde 800.087.587 (da rete mobile 0432 653.000 numero non gratuito)

Corrispettivo per gestione dell'attività, compreso quanto di competenza della Soc. di Distribuzione: € 23,00




Procedura di ripristino per contratti non richiesti

Bluenergy Group SpA, da sempre vicina ai propri clienti, ha scelto di aderire volontariamente alla procedura di ripristino in caso di contratti ed attivazioni non richieste di forniture di gas naturale e/o energia elettrica, secondo quanto previsto dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas con delibera 153/2012/R/Com.
 
L’elenco completo dei venditori che aderiscono alla procedura di ripristino in caso di contratti non richiesti è pubblicato dall’Autorità sul proprio sito www.autorita.energia.it; per accedervi usare il seguente link: http://www.autorita.energia.it/ModuliDinamiciPortale/elencooperatori/elencoOpeContrNonRich
 

[Informazione pubblicata ai sensi dell'articolo 10, comma 3, della delibera 153/2012/R/Com dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas]