Sportello OnLine

Username:
Password:
Hai perso la password ?
REGISTRATI ORA GAS LUCE

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. Per maggiori info >

Ok
Ti trovi in:

Accertamenti sicurezza post contatore

Accertamenti sicurezza post contatore

Accertamenti della sicurezza post contatore

L’Autorità per l'energia elettrica ed il gas, con la delibera 40/04, aveva introdotto l’obbligo di verificare la documentazione redatta dall’installatore a fronte della realizzazione di un impianto gas, ovvero gli allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità. Su questi allegati viene di norma effettuato un accertamento esclusivamente documentale che ha esito positivo quando la documentazione esaminata risulta conforme a quanto previsto dalla legislazione e dalle norme tecniche vigenti in materia. Pertanto l’attivazione della fornitura gas può essere concessa solo a fronte dell’esito positivo dell’accertamento.


Successivamente l’Autorità ha pubblicato la delibera 40/2014/R/Gas, a sua volta modificata ed integrata dalla recente delibera 261/2014/R/Gas, con la quale ha approvato, con decorrenza 1 luglio 2014, nuove disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas (Allegato A) ed i relativi allegati F/40, G/40, H/40 e I/40.


Le nuove norme si applicano agli impianti di utenza alimentati a gas per mezzo di reti canalizzate per uso non tecnologico (riscaldamento, cottura cibi, produzione di acqua calda sanitaria, condizionamento, ovverosia esclusi gli utilizzi il gas nell’ambito di attività produttive industriali o artigianali), fermo restando quanto previsto da altre leggi e norme tecniche vigenti.

 

Dalla stessa data risulta quindi abrogata la delibera n.40/04 ed i suoi allegati A, B, C, D, E, F, G, H ed I.

 

La novità più importante riguarda gli impianti modificati o trasformati, che a partire dall’1 luglio 2014 sono anch’essi soggetti ad accertamento documentale prima della loro attivazione, essendo quindi equiparati ai nuovi impianti. Inoltre non esisterà più la possibilità di dichiarare l'accertamento come impedito.

 

Le imprese distributrici di gas dovranno quindi effettuare l’accertamento documentale sulle richieste di attivazione o riattivazione della fornitura dei seguenti impianti:

  • impianti di utenza trasformati;
  • impianti di utenza precedentemente alimentati a GPL non da rete canalizzata di distribuzione;
  • impianti riattivati in seguito alla sospensione per spostamento del contatore su richiesta del cliente finale o per disposizione motivata dell’impresa di distribuzione;
  • impianti riattivati in seguito alla sospensione per cambio di contatore su richiesta del cliente finale per variazione della portata complessiva dell’impianto;
  • impianti riattivati in seguito alla sospensione su richiesta del cliente finale per lavori di ampliamento o manutenzione straordinaria dell’impianto.


Allegato F/40 – Allegato informativo per le richieste di preventivazione di lavori pervenute al venditore.

 

Dal sito web del Comitato Italiano Gas (www.cig.it) è possibile scaricare il documento LINEE GUIDA CIG n.11 – con annesso modello di rapporto tecnico di compatibilità e modello di dichiarazione del progettista di rispetto della legislazione antincendio.

Tale documento tecnico può essere consultato a titolo propedeutico per una corretta attuazione della normativa vigente; esso indica, infatti:

  • i principali riferimenti legislativi e le norme tecniche di riferimento;
  • i criteri standard per l’impostazione dell’attività di accertamento documentali relativi agli “Impianti di utenza nuovi” di cui al Titolo II e quelli “modificati o trasformati” di cui al Titolo III;
  • la lista dei principali controlli da eseguire per l’accertamento documentale;
  • i moduli e i modelli da utilizzare.

La Linea Guida è provvista inoltre di due appendici che trattano rispettivamente il “contatore unico asservito a più impianti” e “esempi di documentazione tecnica completa sottoposta ad accertamento documentale con esito positivo”.



[Informazioni pubblicate ai sensi dell'articolo 13, comma 1, dell’Allegato A alla delibera 40/2014/R/Gas dell’Autorità per l’energia elettrica il gas ed il sistema idrico ]